Zuccari Olio Essenziale Mandarino 10 ml

di Zuccari


New
Zuccari Olio Essenziale Mandarino 10 ml

€ 11,50

Disponibile



Nome volgare: Mandarino
Nome botanico: Citrus nobilis
Famiglia: Rutaceae
Sinonimi e nomi stranieri: C. reticolata, mandarino europeo, arancia di Tangeri, tangerina. Mandarinen Oel, oil of mandarine, essence de mandarine.
Costituenti principali: Limonene (oltre il 65%) , gamma-terpinene, alfa e beta-pinene, terpinolene, n-antralinato di metile.
Predominanza: Caldo e gioioso il mandarino è un’essenza indiscutibilmente yang.
Nota: Come tutti gli agrumi possiede una chiara e definita nota di testa.


Pianeta governatore: Malgrado si possa pensare che il mandarino sia una pianta solare alcune caratteristiche determinanti, non ultima la sua delicata azione sulla ritenzione di liquidi e sul sonno, segnalano il dominio della luna.
Chakra di riferimento: Stimola in modo evidente, con effetti indiretti su tutto il metabolismo, il 2° chakra.
Aspetto fisico: Il mandarino è un albero sempreverde che può raggiungere l’altezza di 6 metri. Possiede foglie ovali lucenti, di colore verde e fiori fragranti. Il frutto è assai più piccolo di quello dell’arancio, ma con lo stesso colore. Esiste la varietà, chiamata "tangerina" che si caratterizza per il colore più intenso della scorza. Questa variante viene utilizzata in Brasile anche per formare siepi a scopo ornamentale. Malgrado la sua diffusione non può fornire un olio essenziale adatto all’uso terapeutico.
Provenienza: Originario dell’Oriente, precisamente dalla Cina dove veniva coltivato estesamente, il mandarino si diffuse anticamente anche in Giappone. La sua introduzione in Europa ed in America in tempi più recenti ha seguito di molto tempo quella dell’arancia . Oggi è coltivato soprattutto in Italia, Calabria e Sicilia, sulle coste mediterranee Nordafricane, Algeria, in Spagna, ma anche negli Stati Uniti ed in Brasile.
Parti impiegate: La corteccia del frutto chiamata pericarpio.
Metodi estrattivi: L’olio essenziale di mandarino si estrae per spremitura a freddo della buccia esterna del frutto maturo, largamente privata dello strato bianco e spugnoso, chiamato albedo. Esistono in commercio anche essenze estratte per distillazione, ma vengono impiegate per uso alimentare, hanno una resa maggiore ma una minore qualità. La resa si aggira tra lo 0,5 e lo 0,6%.
Caratteristiche: Liquido mobile, limpido, di colore da giallo a bruno arancio. Il sapore risulta dolce e l’odore caratteristico, fresco e leggero, con una nota simile al neroli. Tende ad intorbidirsi per raffreddamento.
Conservazione: Se ne consiglia la conservazione in bottiglie ben chiuse di vetro scuro, possibilmente arancio, da tenere in luogo fresco, al riparo dalla luce.
Capacità di stimolo emozionale: Il mandarino risveglia il bambino che vive in noi. Il suo profumo caldo e gioioso ci ricorda i momenti ludici e festosi della nostra infanzia. Questa essenza ci invita al gioco, a sdrammatizzare e vivere in modo semplice e sereno guardando tutto con gli occhi dell’innocenza. Il mandarino è utile durante il periodo della gravidanza, in quanto la sua dolcezza ci armonizza. La sua diffusione nell’ambiente riporta al passato sia il nostro corpo che la nostra mente, i quali regrediscono a condizioni di equilibrio dimenticate.
Altri usi: L’essenza di mandarino viene largamente impiegata, spesso unita all’olio di arancio, per aromatizzare molti prodotti alimentari, soprattutto le bevande analcoliche, gasate e non, ed alcoliche, in pasticceria, gelateria e nella produzione di caramelle e canditi. In campo farmaceutico è impiegato per aromatizzare vari sciroppi. E’ molto usato come modificatore degli oli essenziali del genere citrus, quale componente di miscele fresche per profumeria come in acque di colonia, in saponi ed in detergenti.
Precauzioni e controindicazioni all’uso: Atossico, non irrita. Può però causare sensibilizzazione sulla pelle in soggetti sensibili se esposti al sole diretto. Di tutti gli estratti di esperidee è, di fatto, quello meglio tollerato e meno fototossico, anche se però è opportuna una, sia pur minima, cautela.
Annotazioni storico-culturali: In Cina, da cui proviene, è considerato un frutto molto pregiato. Fin dai tempi remoti veniva offerto in dono ai consiglieri dell’Impero Celeste, i Mandarini, i quali hanno ricavato da questa tradizione il loro nome. La sua buccia veniva impiegata per la preparazione di medicine. La tradizione popolare europea lo ritiene utile in tutti i disturbi digestivi, nei singhiozzi, soprattutto nei bambini, ma anche negli adulti.
Armonizzazioni con altri oli essenziali: Arancio amaro, arancio dolce, bergamotto, coriandolo, rosa damascena, sandalo india (legno).


Altri prodotti